Fivet con ovuli di donatrice

Fecundación in vitro con óvulo de donante y semen de pareja

Cliniche Eva mette a disposizione non solo i migliori professionisti ma anche i trattamenti piú completi e innovativi come la FIVET CON OVULI DI DONATRICE. Il trattamento consiste nell’utilizzare gli ovuli di una donatrice anonima e fecondarli con lo sperma del tuo partner.

COS’È LA FIVET CON OVULI DI DONATRICE?

La FIVET con ovuli di donatrice è un trattamento che aiuta la donna a rimanere incinta in modo semplice e sicuro. Molte donne sono giá riuscite a diventare madri grazie a questa tecnica. La FIVET con ovuli di donatrice e sperma del partner è un trattamento di riproduzione assistita in cui una donatrice anonima cede volontariamente i suoi ovociti. L’ovulo donato viene fecondato con lo sperma del tuo partner.

Il processo della FIVET con ovuli di donatrice e sperma del partner è esattamente lo stesso della Fecondazione in Vitro tradizionale, l’unica differenza è che è la donatrice ad essere sottoposta alla stimolazione ovarica e al recupero degli ovuli.

Eva ha sviluppato lo studio personalizzato per una gravidanza di successo  che è volto a determinare la percentuale di successo atteso dal trattamento per ogni caso concreto. Si tratta di un’analisi totalmente gratuita realizzata precedentemente alla realizzazione del trattamento, per stabilire fin da subito le possibilitá di successo per la gravidanza in ogni ciclo.

PER CHI È INDICATA?

Il trattamento della FIVET con ovuli di donatrice è consigliato nei seguenti casi:

  • Donne con problemi di ovaie: insufficienza ovarica primaria o prematura.
  • Donne con disfunzione ovarica e perdita della qualitá ovocitaria.
  • Donne con malattie ereditarie trasmissibili alla discendenza e che non possono essere individuate con le tecniche di Diagnosi Genetica Preimpianto.
  • Donne che abbiano avuto ripetuti fallimenti in cicli di Fecondazione in Vitro con i propri ovuli.
  • Donne con endometriosi severa.
  • Donne sopra i 43 anni. A partire da quest’etá il tasso di gravidanza diminuisce notevolmente.
  • Casi di aborti ripetuti.
  • Donne che soffrano di una malattia che impedisca la stimolazione ovarica.

FASI DEL TRATTAMENTO

Le fasi di FIVET con ovuli di donatrice sono:

1. SELEZIONE DELLA DONATRICE

La selezione della donatrice è un processo eseguito in modo molto scrupoloso ed è perfettamente regolato dalla legge. Le donatrici di ovuli sono sottoposte ad una serie di tests e un controllo medico completo per escludere patologie importanti che potrebbero colpire il bambino in futuro. Tutte le donatrici devono riunire delle eccellenti caratteristiche fisiche e psichiche.

D’altra parte, il programma di ovodonazione di Eva garantisce la massima somiglianza fenotipica (fisica) e immunologica tra la paziente ricevente e la donatrice. Inoltre, è importante sottolineare che la donatrice firma un consenso, conforme alla legge spagnola, in cui garantisce che la donazione viene realizzata in modo volontario e anonimo, e  che non potrá mai venire a conoscenza dell’identità  della paziente o del futuro figlio.

2. PREPARAZIONE DELLA DONATRICE

Il primo passo è quello di sincronizzare il ciclo mestruale della paziente con quello della donatrice attraverso l’utilizzo di anticoncezionali orali.

D’altra parte, la donatrice si sottopone allo stesso processo di stimolazione ovarica e puntura follicolare della Fecondazione in Vitro tradizionale.

Stimolazione ovarica: Attraverso la somministrazione farmaci si stimola un’ovulazione controllata della donatrice per circa due settimane e una maturazione degli ovociti.  L’obiettivo è di stimolare l’ovaio femminile per produrre un numero più elevato di ovociti.

Puntura follicolare: Nella FIVET con ovuli di donatrice, gli ovuli vengono prelevati in sala operatoria attraverso un piccolo intervento, denominato “puntura” di circa 10-15 minuti.

3. COLTURA EMBRIONALE E FECONDAZIONE

Una volta estratti gli ovociti della donatrice attraverso la puntura, si procede alla fecondazione degli ovociti con gli spermatozoi del tuo partner.

Cultivo de embriones y fecundación

4. PREPARAZIONE DELLA PAZIENTE RICEVENTE

Per preparare l’endometrio, la paziente ricevente deve sottoporsi a un semplice trattamento che prevede la somministrazione di ormoni, estrogeni e progesterone per via transcutanea o orale, affinché l’endometrio sia nelle sue migliori condizioni nel momento di dover trasferire gli embrioni.

5. TRASFERIMENTO EMBRIONALE

Il trasferimento embrionale è l’ultimo passo decisivo nel processo per l’ottenimento di una gestazione attraverso la FIVET con ovuli di donatrice. É una fase cruciale del trattamento che avviene circa 72 ore dopo la puntura follicolare.

transferencia de embriones

Si tratta di un procedimento piuttosto semplice, portato a termine in sala operatoria come la puntura follicolare. Gli embrioni vengono collocati all’interno dell’utero con un catetere apposito, fatto di un materiale sottile per non danneggiare le pareti della cavitá uterina. La tecnica non richiede anestesia poichè risulta essere un processo indolore.

Dopo il trasferimento embrionale, è necessario rimanere a riposo per mezzora approssimativamente.  Dopodichè è permesso il ritorno moderato alle attivitá quotidiane.

Gli embrioni non trasferiti saranno congelati, per evitare di ripetere il processo di stimolazione ovarica e puntura follicolare nel caso in cui la paziente non rimanga incinta nel primo ciclo di Fecondazione in Vitro con ovuli di donatrice.

6. PROCESSO SUCCESSIVO AL TRASFERIMENTO EMBRIONALE

Circa due settimane dopo il trasferimento embrionale, si esegue il test di gravidanza. Si presentano quindi due possibilitá:

OPZIONE 1. Esito positivo:

Il trattamento di Fecondazione in Vitro con ovuli di donatrice è terminato con successo. A partire da questo momento il controllo della gravidanza può essere portato avanti sia dal ginecologo di fiducia che dai ginecologi specialisti di Cliniche Eva. La decisione spetta solo alla paziente.

OPZIONE 2. Esito negativo:

Quando il ciclo non termina con una gravidanza, la cosa piú importante è non perdere la speranza e mantenere la calma. Se con il primo ciclo di Fecondazione in Vitro non si è ottenuta la gravidanza, ciò non significa che non possa accadere nei cicli successivi. Di fronte a questa possibilitá si presentano due scenari diversi:

  1. Se ci sono degli embrioni congelati, è possibile eseguire un crio-trasfer, ovvero gli embrioni congelati vengono trasferiti nell’utero della paziente come nel primo ciclo di FIV. Bisogna precisare che preparare l’utero per un trasferimento di embrioni congelati è molto piú semplice, poichè non è necessario ripetere il processo di stimolazione ovarica e puntura follicolare.
  2. Se non ci sono degli embrioni congelati, si opta per un secondo tentativo o secondo ciclo, iniziando il processo di Fecondazione in Vitro da zero.

QUANTI CICLI POSSONO ESSERE ESEGUITI?

Si raccomanda sottoporsi ad un massimo di tre cicli di FIV. Gli specialisti di Eva guideranno la paziente in modo adeguato durante tutto il percorso del trattamento. In base a un’attenta analisi svolta sul primo ciclo realizzato, si potrà quindi valutare la possibilità di ripetere il ciclo di Fecondazione in Vitro.

© 2019 Clínicas de Fertilidad Eva - Author: Eva Fertility
           

Sus datos serán tratados por Fertilitysc, S.L., con el fin de gestionar su duda o cuestión. Sus datos son tratados en base al consentimiento prestado mediante el envío de dicho formulario. Sus datos personales no serán cedidos a terceros, salvo los supuestos previsto en la legislación vigente. Los usuarios cuyos datos sean objeto de tratamiento podrán ejercitar gratuitamente los derechos de acceso e información, rectificación, cancelación, portabilidad, supresión o, en su caso, oposición de sus datos, en los términos especificados en el Reglamento General de Protección de Datos de Carácter Personal, conforme al procedimiento legalmente establecido. Estos derechos podrán ser ejercidos dirigiendo comunicación por escrito, debidamente firmada, acompañada de fotocopia del DNI, a Fertilitysc, S.L., Carrer del Marquès de Dos Aigües, 7, 46002 Valencia, o a través de la dirección de correo electrónico [email protected] Los datos de los usuarios cuyos datos son tratados, podrán ser conservados mientras que estos no ejerzan los derechos de cancelación u oposición. Asimismo, en caso de considerar vulnerado su derecho a la protección de datos personales, podrá interponer una reclamación ante la Agencia Española de Protección de Datos (www.agpd.es).