“Ora siamo la famiglia che abbiamo sempre sognato. Il nostro piccolo Diego è finalmente qui con noi!”

Ciao, sono Gloria e voglio invitare tutte le donne che desiderano essere madri a non arrendersi e a lottare fino alla fine nonostante gli ostacoli che trovano durante il cammino, bisogna crederci perché è possibile!

Gloria-Ahumada2

Vi racconto la mia storia.

Sei anni fa io e mio marito appena sposati iniziammo a cercare di avere il nostro primo piccolo. Tutto ciò che volevamo in quel momento era poter formare la nostra famiglia. Dopo due mesi di tentativi rimasi incinta, che felicitá! Purtroppo l’allegria duró ben poco, quando mi diagnosticarono una gravidanza ectopica era troppo tardi e attraverso un’operazione chirurgica d’urgenza che mise a rischio la mia vita, i medici decisero di rimuovermi entrambe le tube. Avete capito bene, entrambe!

Quando due giorni dopo l’intervento realizzai l’accaduto, vidi svanire il mio sogno di diventare madre. Non sono capace di spiegare esattamente quella terribile sensazione: un minuto prima andava tutto bene e un minuto dopo ero invasa da un enorme tristezza. Tuttavia ero grata di essere sopravvissuta all’operazione e in quanto al mio sogno, sapevo di poter ancora provare a diventare madre attraverso un trattamento di fertilitá.

Due anni dopo iniziammo la nostra prima FIVET attraverso la Sanitá pubblica. Tutto sembrava andare alla grande, naturalmente non avevo problemi (a parte l’assenza delle tube), il mio utero era perfetto e le mie ovaie erano al picco massimo di produzione, tuttavia nel primo trasferimento ebbi un aborto biochimico. Il mio mondo….il nostro mondo si sgretoló. Ci provammo altre due volte attraverso un trasferimento di ovuli congelati ma senza fortuna.

Dopo aver esaurito le nostre possibilitá con la Sanitá pubblica decidemmo di rivolgerci ad una clinica privata.  Tutte le mie speranze erano praticamente riposte in quel trattamento ma fu la piú grande delusione della mia vita: i miei ovuli non si fecondarono, dai 13 ovociti ricavati nessuno si trasformó nel nostro tanto desiderato “piccolo pezzo di cielo”. Da allora iniziai a pensare che forse non era destino che diventassi madre e così dopo aver pianto insieme, io e Juan Diego decidemmo di non provarci piú, e qualche tempo dopo iniziammo a ponderare l’idea di un’adozione fino a che casualmente conobbi Cliniche Eva.

Ne avevo già sentito parlare per radio, mi informai anche attraverso le reti sociali e subito dopo mi precipitai a chiedere il prezzo dei trattamenti e presi appuntamento. Anche se avevamo deciso di non provarci piú, dentro di me sapevo di essere disposta a sottopormi a qualsiasi trattamento necessario per raggiungere la tanto attesa gravidanza e so che lo stesso valeva per Juan Diego, anche se un altro NO ci spaventava molto perchè sapevamo quanto fosse doloroso.

Quando ci recammo alla prima visita, il mio compagno era molto scettico, non voleva un’altra delusione mentre io in realtá ero molto speranzosa di riprovarci.

La prima impressione fu fantastica, il medico e l’infermiera furono molto gentili, per me i migliori del mondo. Uscimmo da quel primo appuntamento entusiasti di iniziare a percorrere il cammino verso il nostro piccolo Diego. Devo confessare che non è stato affatto facile: le iniezioni, lo stress, l’ansia e il colmo era che una delle mie ovaia non produceva ovuli, immaginerete la mia delusione. Nonostante ció il dottor Juan e Ana (l’infermiera) mi incoraggiarono a non perdere la speranza ed essere ottimista. C’era la possibilitá di fermare la FIVET e iniziarne un’altra nel ciclo successivo, tutto dipendeva dalla qualitá degli ovuli che produceva il mio unico ovaio “sano”, ma decidemmo di continuare il trattamento. Con la puntura follicolare ottenemmo 6 ovociti, 5 dei quali maturi di cui fecondarono solo 4.

Dopo aver valutato la mia situazione, il dottore e la biologa decisero di trasferirne tre. Io ero felice e ansiosa, sapevo che le settimane successive sarebbero state quelle decisive. L’attesa fu un’agonia, riuscivo solo a pensare al momento in cui mi avrebbero detto che ce l’avevo fatta.

Il 16 Ottobre arrivó quel giorno. La felicitá che provammo fu immensa, piangevo, ridevo e saltavo contemporaneamente. Chiamai tutti i membri della mia famiglia per dargli la lieta notizia. È indescrivibile quello che provammo in quel momento, il nostro sogno era quasi ad un passo dalla realtá.

Gloria-Ahumada1

La gravidanza è stata stupenda, ogni istante lo abbiamo vissuto con molta felicitá e amore. Vedere e sentire come cresceva il nostro piccolo non aveva prezzo. Oggi ha 20 giorni ed è bellissimo, finalmente siamo la famiglia che abbiamo sempre desiderato.

Voglio ringraziare  la clinica di Murcia per la loro straordinaria assistenza (che non ho ricevuto da nessun altra parte) e per la volontá di aiutarci a realizzare il nostro sogno. Non dimenticheró mai la frase che mi disse il dottore: “Questa volta rimarrai incinta” ed ebbe ragione. Ho ottenuto la gravidanza e oggi mi godo la maternitá.

Se dovessi rivivere tutto quello che ho passato fino ad avere il mio piccolo Diego, lo rifarei senza pensarci due volte. Tutte le lacrime versate sono niente rispetto a tutti i sorrisi che sto ricevendo dal 16 Ottobre 2014.

© 2019 Clínicas de Fertilidad Eva - Author: Eva Fertility
         

Sus datos serán tratados por Fertilitysc, S.L., con el fin de gestionar su duda o cuestión. Sus datos son tratados en base al consentimiento prestado mediante el envío de dicho formulario. Sus datos personales no serán cedidos a terceros, salvo los supuestos previsto en la legislación vigente. Los usuarios cuyos datos sean objeto de tratamiento podrán ejercitar gratuitamente los derechos de acceso e información, rectificación, cancelación, portabilidad, supresión o, en su caso, oposición de sus datos, en los términos especificados en el Reglamento General de Protección de Datos de Carácter Personal, conforme al procedimiento legalmente establecido. Estos derechos podrán ser ejercidos dirigiendo comunicación por escrito, debidamente firmada, acompañada de fotocopia del DNI, a Fertilitysc, S.L., Carrer del Marquès de Dos Aigües, 7, 46002 Valencia, o a través de la dirección de correo electrónico [email protected] Los datos de los usuarios cuyos datos son tratados, podrán ser conservados mientras que estos no ejerzan los derechos de cancelación u oposición. Asimismo, en caso de considerar vulnerado su derecho a la protección de datos personales, podrá interponer una reclamación ante la Agencia Española de Protección de Datos (www.agpd.es).